fbpx
Close

+39 06 47 41 646 info@h2020project.it versione inglese

Cultura Crea Invitalia: finanziamenti per startup, imprese e terzo settore nell’industria culturale

Hai una startup o un’impresa al sud del settore turismo e cultura? Sei una onlus? Partecipa a Cultura Crea. Richiedi finanziamenti tasso zero e fondo perduto.

La guida aggiornata per partecipare al bando “Cultura Crea” 2020

cultura crea 2020

In cosa consiste

Cultura Crea è il Bando gestito da Invitalia e promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Sostiene il settore culturale e creativo e ha come finalità rafforzare la competitività delle micro, piccole e medie imprese delle Regioni del Sud

  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Puglia
  • Sicilia

Il Bando suddivide in tre finalità gli obiettivi del Bando per tre diversi beneficiari. Vediamoli nel dettaglio.

 

  1. STARTUP – Creazione di nuove imprese nell’industria culturale (Titolo II);

  2. IMPRESE CONSOLIDATE – Sviluppo delle imprese dell’industria culturale, turistica e manifatturiera (Titolo III);

  3. TERZO SETTORE – Sostegno ai soggetti del terzo settore che operano nell’industria culturale (Titolo IV).

cultura crea 2020 bando invitaliaChi può partecipare

I soggetti beneficiari sono quindi:

  1. Le startup con meno di 3 anni di attività alla data di presentazione della domanda, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative. Possono richiedere le agevolazioni anche le persone fisiche. Entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni dovranno comunque creare la startup.
  2. Le imprese costituite da almeno 3 anni alla data di presentazione delle domande, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative.
  3. Accede al bando anche il terzo settore sotto forma di imprese in forma societaria e ONLUS.
Per avere maggiori informazioni, contatta un advisor FIMAP chiamando 06 474 164 6 oppure invia una email a info@h2020project.itcompila il formInserisci nel testo del messaggio “CULTURA CREA”, una breve descrizione della tua startup o PMI innovativa, la Regione in cui è localizzata e un recapito al quale vuoi essere ricontattato.

1/ Creazione di Start up nell’industria culturale

Le startup devono proporre programmi importo non superiore a € 400.000,00 e prevedere l’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto o servizio, organizzative, di mercato, in una delle seguenti aree:

Economia della conoscenza

Sviluppo e/o applicazione di tecnologie innovative e/o tecnologie chiave abilitanti per la creazione e/o l’implementazione di dati e informazioni legati all’industria culturale.

Economia della conservazione

Sviluppo e applicazione di processi e protocolli innovativi nell attività conservative come restauro, manutenzione, recupero, rifunzionalizzazione. 

Economia della fruizione

Sviluppo di strumenti innovativi come piattaforme digitali, prodotti hardware e software, nuove modalità di fruizione e nuovi format narrativi, di comunicazione e promozione, per l’incrementare l’offerta collegata alla fruizione turistico culturale.

Economia della gestione

Sviluppo di strumenti e soluzioni applicative in grado di ingegnerizzare le attività di gestione di beni e attività culturali.

2/ Sviluppo delle imprese dell’industria culturale, turistica e manifatturiera

I programmi di investimento delle imprese con più di 3 anni di attività devono invece essere di importo non superiore a € 500.000,00 e realizzati nel territorio dei Comuni elencati nel bando.

Le aree dei progetti ammessi sono:

  1. fruizione turistica e culturale degli ambiti territoriali di riferimento degli attrattori;
  2. promozione e comunicazione per la valorizzazione delle risorse culturali;
  3. recupero e valorizzazione di produzioni locali di beni e servizi.

3/ Sostegno ai soggetti del terzo settore che operano nell’industria culturale

Per il terzo settore, il Bando Cultura Crea prevede che gli interventi non superino i € 400.000,00 e siano inseriti in una o più delle seguenti aree:

  1. gestione degli attrattori e delle risorse culturali del territorio;
  2. fruizione degli attrattori e delle risorse culturali del territorio;
  3. attività di animazione e partecipazione culturale.

In cosa consiste l’agevolazione

La tipologia di agevolazione varia in base al programma di investimento:

  1. Alle start up nell’industria culturale possono essere concessi un finanziamento agevolato, a tasso d’interesse pari a zero, in misura pari al massimo al 40% della spesa ammessa ed un contributo a fondo perduto in misura pari al massimo al 40% della spesa ammissibile;
  2. Alle imprese consolidate possono essere concessi un finanziamento agevolato, a tasso d’interesse pari a zero, in misura pari al massimo al 60% della spesa ammessa ed un contributo a fondo perduto in misura pari al massimo al 20% della spesa ammissibile.
  3. Ai soggetti del terzo settore è concesso un contributo a fondo perduto fino all’80% della spesa ammessa. L’importo massimo complessivo è incrementato al 90% nel caso in cui l’impresa abbia le caratteristiche di impresa femminile o impresa giovanile.

Quali costi puoi finanziare con Cultura Crea?

Le spese ammissibili comprendono:

  1. acquisto di macchinari, impianti ed attrezzature;
  2. acquisto di programmi informatici, brevetti e licenze.

Inoltre, solamente per le imprese consolidate e i soggeti del terzo settore, sono ammissibili anche i seguenti costi:

  1. personale interno qualificato;
  2. servizi per tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC);
  3. consulenze esterne specialistiche.

Puoi presentare domanda per Cultura Crea?

Il bando non ha scadenza, lo sportello è aperto e le domande di agevolazione possono quindi essere presentate esclusivamente tramite la piattaforma informatica di Invitalia, fino ad esaurimento dei fondi.

La presentazione della domanda, del business plan e della documentazione avviene esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia.

Le domande di finanziamento sono valutate, entro 60 giorni, secondo l’ordine cronologico di arrivo

Hai bisogno di supporto per presentare domanda e per redigere il business plan per Cultura Crea?

La consulenza di Fimap prevede:

  1. Valutazione preliminare del progetto da finanziare;
  2. Predisposizione della domanda di partecipazione, della documentazione e degli allegati richiesti;
  3. Invio telematico della domanda di richiesta di finanziamento/contributo a fondo perduto
  4. Assistenza costante nella fase di valutazione, erogazione del contributo e rendicontazione
Per avere maggiori informazioni, contatta un advisor FIMAP chiamando 06 474 164 6 oppure invia una email a info@h2020project.itcompila il formInserisci nel testo del messaggio “CULTURA CREA”, una breve descrizione della tua startup o PMI innovativa, la Regione in cui è localizzata e un recapito al quale vuoi essere ricontattato.

 

Leggi anche >>>

Contributi a fondo perduto e agevolazioni per imprese e startup al sud

 

0 Comments

Comments are closed