Regione Veneto: contributi a fondo perduto per l’internazionalizzazione delle PMI

Condividi

Ultimo sportello 2020 per partecipare al Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione da parte delle PMI

contributi internazionalizzazione PMI Veneto

Si è riaperto lo sportello per richiedere fino a 40.000 euro a fondo perduto alla Regione Veneto.

Il “Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione da parte delle PMI” 2020 sostiene l’internazionalizzazione delle imprese venete.

L’ultima finestra per presentare domanda nel 2020 prevede uno stanziamento di 1 milione di euro:

24 febbraio – 19 marzo 2020

12 maggio – 2 luglio 2020

10 dicembre 2020 al 18 febbraio 2021

Attenzione però, perché la domanda va compilata online prima dell’apertura dello sportello.

Chi può partecipare

I soggetti destinatari che possono presentare domanda per il bando sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI) con un’unità operativa in Veneto, Consorzi con attività esterna, società consortili, società cooperative, contratti di «rete soggetto».

Cosa Finanzia In cosa consiste l’agevolazione

Sono finanziabili i progetti, della durata massima di 12 mesi, che prevedono il ricorso a servizi di supporto all’internazionalizzazione da parte delle imprese manifatturiere.

Le spese ammissibili sono quelle riguardanti i servizi di consulenza ed assistenza specialistica ed i servizi esterni. Per ogni tipologia di consulenza riguardante le diverse tipologie di progetto che si possono presentare, il bando stabilisce un importo minimo da rispettare ed il valore del relativo voucher che andrà a coprire la spesa.

Spese ammesse

Servizi di consulenza/assistenza per:
A.1 – Pianificazione promozionale
B.1 – Pianificazione strategica
B.2 – Supporto normativo e contrattuale
C.1 – Affiancamento specialistico attraverso un Temporary Export Manager (TEM)

  1. la pianificazione promozionale (azioni promozionali, di comunicazione, di advertising ed attività di ricerca partner esteri, ecc.);
  2. la pianificazione strategica (elaborazione piani di marketing e di penetrazione commerciale, ideazione, elaborazione e realizzazione di brand specifici per i mercati identificati come target, ecc.);
  3. il supporto normativo e contrattuale (supporto nella redazione contrattualistica internazionale e nell’implementazione dei diritti industriali all’estero, analisi degli aspetti legati alla fiscalità, aspetti tecnici doganali, aspetti legislativi e procedurali connessi all’import/export del/i paese/i target, ecc.);
  4. l’affiancamento specialistico (inserimento/coinvolgimento nel processo d’internazionalizzazione di un Temporary Export Manager che assicuri la gestione e il coordinamento del progetto d’internazionalizzazione).

In cosa consiste l’agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, fino a 40 mila euro, con intensità dal 30% al 50%, sulla base della tipologia di servizio specialistico e del richiedente, calcolata dalla spesa ammessa, effettivamente sostenuta e pagata per la
realizzazione del progetto.

Come presentare domanda per il Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione da parte delle PMI

Le domande di partecipazione possono essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato per la Programmazione Unitaria (SIU) della Regione Veneto.

Leggi anche >>>

Nuovo Bando in Veneto: Incentivi per l’innovazione delle PMI


    Ricevi maggiori informazioni da un advisor FIMAP

    Prenota una call allo 06.4741646 oppure compila il form.

    Nome e cognome*

    Inserisci il bando a cui sei interessato*

    Regione in cui sei localizzato*

    Indirizzo mail*

    Telefono

    Descrivi la tua impresa, startup o PMI innovativa*


    Condividi