fbpx
Close

+39 06 47 41 646 info@h2020project.it versione inglese

Emergenza Coronavirus. Tutti gli Incentivi a sostegno delle imprese previsti dalle Regioni

I principali Finanziamenti, Contributi e Agevolazioni previsti dalle Regioni per sostenere le imprese.

Con il Decreto Cura Italia (decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020) il Governo ha previsto azioni a livello nazionale a sostegno di imprese e professionisti. (Leggi l’articolo)

In quest’articolo, passeremo in rassegna anche i principali interventi attuati al livello regionale a favore delle imprese.

Per le difficoltà generate dall’emergenza Covid-19, infatti, molte Regioni stanno stanziando dai propri bilanci  nuovi finanziamenti agevolati per supportare le imprese e sostenere i settori più colpiti dal Coronavirus.

Sei sei una startup o una PMI innovativa, contatta un advisor FIMAP per conoscere le agevolazioni alle quali puoi accedere nella tua Regione.
Scrivi una email a info@h2020project.it 
Inserisci nel testo del messaggio una breve descrizione della tua startup o PMI innovativa, la Regione in cui è localizzata ed un recapito al quale vuoi essere ricontattato.

incentivi alle imprese dalle regioni per emergenza coronavirus

EMILIA-ROMAGNA

Tragli incentivi alle imprese che sono al vaglio della Regione Emilia-Romagna, c’è uno stanziamento di 15 milioni di euro a valere direttamente sul bilancio regionale e altri 30 milioni di contributi regionali.

Tra le misure attese, secondo quanto annunciato dalla Regione:

Accesso al credito bancario delle imprese

10 milioni € dal bilancio regionale 2020 saranno destinati all’intero sistema produttivo dell’Emilia-Romagna, in particolare alle PMI garantendo l’accesso al credito a zero interessi, per generare liquidità nell’immediato.

Cultura

Al settore Cultura andranno 6 milioni €, anticipati da quanto previsto dalla legge regionale sullo spettacolo.

Turismo e Alberghi

3 milioni € a fondo perduto andranno a sostenere il comparto turistico e alberghiero.

FRIULI VENEZIA-GIULIA

Il Consiglio Regionale ha approvato un pacchetto anticrisi da 33,4 milioni €. Vediamo i principali incentivi alle imprese.

  1. La Regione prevede interventi anticrisi a favore delle imprese artigiane e a sostegno delle attività produttive delle imprese commerciali, turistiche e di servizio. La dotazione può essere utilizzata per la concessione di finanziamenti agevolati per il consolidamento finanziario o il sostegno delle esigenze di credito a breve e medio termine al fine di ovviare ai danni provocati dalla crisi economica
  2. Per le imprese danneggiate dalla crisi economica conseguente all’epidemia Covid-19 e che sono beneficiarie di finanziamenti agevolati concessi a valere sui fondi di rotazione è sospeso il pagamento della quota capitale per un anno
  3. Sono concesse garanzie e contribuzioni integrative per l’abbattimento delle commissioni di garanzia a favore delle imprese danneggiate dalla crisi economica conseguente all’epidemia Covid-19
  4. A favore delle imprese dei settori ricettivo, turistico, commercio e dei servizi connessi a tali settori, e degli esercenti arti e professioni, sono erogati contributi anche in forma di credito di imposta. Si prevede inoltre anche di superare le intensità di aiuto previste a livello statale

 

LAZIO

Coronavirus, bandi credito: moratoria dei rimborsi

  • Stop fino a 12 mesi ai rimborsi dei prestiti ottenuti dalle imprese grazie a bandi della Regione Lazio.

I finanziamenti per i quali si può procedere alla Moratoria Regionale 2020 devono essere attualmente in corso e le rate possono essere già scadute (non pagate o pagate solo parzialmente) da non più di 90 giorni alla data di presentazione della domanda da parte dell’impresa.

  • Sospesi tutti i termini previsti per gli adempimenti a carico dei vincitori dei bandi finanziati con il POR FESR LAZIO 2014-2020

Gli adempimenti si riferiscono ad esempio a quelli per la realizzazione di progetti di investimento in ricerca industriale, in sviluppo sperimentale, in azioni di innovazione degli impianti, in azioni di internazionalizzazione, per l’attrazione di investimenti mediante sostegno finanziario, per il sostegno al riposizionamento competitivo, alla capacità di adattamento al mercato, all’attrattività per potenziali investitori.

  • Proroga di 60 giorni le scadenze per partecipare a cinque bandi

I Bandi prorogati sono:

  • APEA – Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate
  • DTC, Invito al Centro di Eccellenza a presentare progetti per la seconda fase
  • Voucher Internazionalizzazione – seconda finestra
  • Progetti di Internazionalizzazione 2020
  • Teatri e cinema verdi e digitali

Piano Pronto Cassa da 450 milioni di euro per il sostegno alla liquidità delle imprese

La regione Lazio ha approvato un provvedimento per mettere in campo risorse per oltre 450 milioni di euro a sostegno della liquidità di micro, piccole e medie imprese e i liberi professionisti.

Ecco le principali misure del Piano.

Sostegno alle Imprese e partite Iva del Lazio

Per le imprese e le partite Iva ci sono 55 milioni di euro a disposizione tramite la piattaforma FARE Lazio. Il Fondo Rotativo Piccolo Credito avrà una nuova sezione – “Emergenza COVID 19-Finanziamenti per la liquidità delle MPMI” – che erogherà con modalità semplificata prestiti alle imprese danneggiate dall’epidemia.

I 55 milioni – che saranno accessibili su FARE Lazio a partire dalla prima decade di aprile – saranno destinati a prestiti di liquidità di piccola entità: 10.000 euro, a tasso zero, di una durata di 5 anni, con un anno di preammortamento.

Fondi per Istituti di Credito della Regione Lazio

100 milioni del programma “ItalianRegions-EU BlendingProgramme” della Banca Europea degli Investimenti (Bei) sono attivati per gli istituti di credito della Regione Lazio per generare 200 milioni di prestiti di entità maggiore rispetto a quelli dello strumento precedente. Questi prestiti saranno a tasso agevolato, ulteriormente ridotto grazie a un fondo regionale di 3 milioni con cui garantire l’abbattimento degli interessi.

Le modalità di accesso saranno semplificate, perché le imprese potranno rivolgersi direttamente alle banche convenzionate, senza passare dalla Regione. Le procedure di selezione delle banche si concluderanno entro il 20 aprile

Sezione speciale del Fondo Centrale di Garanzia

La Regione Lazio attiverà anche una sezione speciale dedicata alle imprese e ai liberi professionisti del Lazio del Fondo Centrale di Garanzia, in grado di dare garanzie dirette dell’80% e di riassicurare del 90% le operazioni garantite dai Confidi. Potranno essere quindi fornite garanzie anche per prestiti di piccolo e piccolissimo taglio.

La sezione avrà una dotazione iniziale di 10 milioni di euro (5 milioni stanziati dalla Regione Lazio e 5 dalle Camere di Commercio del Lazio) a cui si potranno aggiungere ulteriori 10 milioni del Ministero dello Sviluppo Economico. Questi ulteriori 20 milioni di garanzie messe a disposizione delle imprese potranno contribuire ad attivare circa 200 milioni di credito alle aziende.

Finanziamenti per Piani di Smart working

Di recente la Regione Lazio ha anche aperto il bando Piani Aziendali di Smart Working  che mette a disposizione 2 milioni € per:

  1. servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato (AZIONE A)
  2. l’acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working (AZIONE B).

Possono richiedere l’agevolazione le imprese e titolari di P.Iva con sede nella Regione Lazio e con almeno due dipendenti, che non siano già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale.

Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata a questo bando.

L’ammontare del contributo varia a seconda della tipologia di azione posta in essere e in relazione al numero di dipendenti per un importo totale che va da 7.500 € a 22.500 €.

Le domande di partecipazione possono essere presentare dal 12 marzo 2020 fino ad esaurimento delle risorse

 

LIGURIA

Turismo, commercio e artigianato

Dal 10 aprile al 30 settembre sarà attivo un fondo regionale di 5,5 milioni € a supporto delle MPMI operanti nei settori del turismo, commercio e artigianato, per la concessione di una garanzia a copertura dei finanziamenti bancari. L’importo garantito varia da un minimo di 10.000 € ad un massimo di 30.000 €;

Cultura

Dal 6 aprile fino ad esaurimento risorse sarà attivo un fondo rotativo da 500 mila € per il settore Cultura. È destinato a soggetti privati e PMI che esercitano attività imprenditoriale in locali aperti al pubblico nei settori della cultura e dello spettacolo. L’agevolazione consiste in un finanziamento che va dai 10.000 € ai 25.000 € ad un tasso agevolato dello 0,75%, con un periodo di ammortamento di 5 anni;

LOMBARDIA

Finanziamenti per Piani di Smart working

La Regione Lombardia mette a disposizione 4,5 milioni € per:

  1. servizi di consulenza, formazione e monitoraggio finalizzati all’adozione di un piano di smart working (AZIONE A)
  2. l’acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working (AZIONE B).

Possono richiedere l’agevolazione le imprese oppure i Titolari di P.Iva con sede nella Regione Lombardia e con un numero minimo di tre dipendenti, che non siano già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale.

Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata a questo bando.

Il contributo consiste in un voucher aziendale a fondo perduto, il cui ammontare varia a seconda della tipologia di azione posta in essere e in relazione al numero di dipendenti per un importo totale che può variare da 7.500 € a 22.500 €.

Le domande di partecipazione possono essere presentare dal 2 aprile 2020 fino al 15 dicembre 2021.

 

PUGLIA

Sospensione Mutui

Sarà disposto, per le MPMI che ne faranno richiesta, la sospensione fino a sei mesi dei mutui concessi dall’Amministrazione Regionale, per il tramite di Puglia Sviluppo S.p.A., tramite i bandi NIDI, Tecnonidi, Microcredito e Fondo a favore delle Reti per l’Internazionalizzazione.

È previsto, per le imprese che ne faranno richiesta, anche la traslazione di dodici mesi dei monitoraggi sugli adempimenti amministrattivi previsti a conclusione degli investimenti cofinanziati dalla Regione per le misure:

  • Contratti di Programma
  • I.A. Piccole imprese
  • I.A. Medie imprese
  • I.A. Turismo

 

SICILIA

Accesso al credito bancario delle imprese

Sono state avviate le procedure per il raddoppio delle risorse da destinare al Fondo centrale di garanzia per sostenere le imprese siciliane e consentire un più agevole accesso al credito bancario (80% di garanzia pubblica) delle PMI in crisi di liquidità.

VENETO

La Giunta regionale ha messo a disposizione 5 milioni e mezzo di euro e si attendono quindi provvedimenti a sostegno delle imprese e dei lavoratori che integreranno le misure previste a livello nazionale.

 

Leggi anche:

 


Sei sei una startup o una PMI innovativa, contatta un advisor FIMAP per conoscere le agevolazioni alle quali puoi accedere nella tua Regione.

Chiama lo 06 474 164 6 oppure invia una email a info@h2020project.it o compila il form. Inserisci nel testo del messaggio una breve descrizione della tua startup o PMI innovativa, la Regione in cui è localizzata e un recapito al quale vuoi essere ricontattato.

0 Comments

Comments are closed